• Del tango si fa un gran parlare. C’è un preciso genere di discorso sul tango – che sarà capitato anche a voi di leggere o ascoltare – dai toni da proclama, dove non manca mai una di queste affermazioni: “ […]

  • Quasi un anno fa, ho pubblicato questa nota su facebook, condividendo un paio di riflessioni su un certo immaginario legato al tango, fatto di vestiti da sera, spacchi inguinali e rose rosse. La nota ha suscitato […]

  • Noi cittadini, militanti politici e associativi, rappresentanti di associazioni attive sul territorio molisano, in relazione alla presenza di circa 150 immigrati in Molise e a fronte di prevedibili nuovi arrivi, consapevoli della strutturale inadeguatezza del sistema provvisorio di accoglienza messo in piedi dalla circolare 104 dell’8 gennaio 2014, chiediamo con forza:

     

    l’informazione più completa e chiara su come le prefetture regionali vogliono gestire la cosiddetta emergenza: strutture individuate, criteri di scelta, monitoraggio e controllo
    piena garanzia di tutti i diritti previsti dalla circolare per gli immigrati: mediazione linguistica, assistenza legale e psicologica, supporto reale alla possibilità di spostamento sul territorio. Le Prefetture hanno il dovere di individuare immediatamente, sul territorio, enti o associazioni adatte a svolgere questo servizio, in affiancamento o in sostituzione di chi, al momento, non sembra in grado di garantire i servizi minimi richiesti.
    Un corso di italiano che consenta agli immigrati l’acquisizione di questo fondamentale strumento di espressione ed emancipazione che è la lingua del paese di arrivo.
    creazione di un tavolo permanente territoriale per il monitoraggio dei servizi per immigrati esistenti o attivabili sul territorio e per il coordinamento tra strutture al fine di garantire il massimo rispetto degli immigrati e delle leggi vigenti.

     

    I firmatari inoltre si impegnano ad attivarsi per far conoscere agli immigrati già arrivati e a quelli che arriveranno tutti i loro diritti, e a lottare politicamente, con la costruzione di momenti pubblici di protesta, per il pieno e rapido superamento di ogni gestione straordinaria dell’accoglienza, in favore dell’entrata in regime di un sistema che, al di là delle opinioni diverse in proposito, sia chiaro, coerente e costante nel tempo, sola garanzia per il rispetto quantomeno dei diritti minimi stabiliti dalle leggi e dagli accordi internazionali.

     

    per aderire scrivere alla nostra pagina Facebook oppure all’email tratturi@insicuri.net

     

    Adesioni:

    Tratturi – Molise in movimento

    Osservatorio sulla Repressione

    Comitato Primo Marzo Campobasso

    Il Bene Comune – Arte cultura e civiltà per il Molise del III millennio

    Arci Isernia

    Associazione famiglie contro l’emarginazione e la droga (comunità il noce)